Usa: fiducia consumatori a record da Grande Recessione, ma non si scommette ancora sul futuro

30 Agosto 2016, di Laura Naka Antonelli

Occhio anche alle ultime notizie arrivate dal fronte macro degli Stati Uniti. Oltre ai numeri relativi alle condizioni di salute del mercato immobiliare Usa è stato reso noto l’indice della fiducia dei consumatori, stilato dal Conference Board.

L’indice si è attestato ad agosto a 101,1 punti dai 96,7 punti di luglio, salendo al record in quasi un anno, ovvero dal settembre del 2015, e confermandosi migliore delle attese degli analisti, che avevano previsto un valore pari a 97 punti.

“Le aspettative di breve termine relative alle condizioni di business e occupazionali, così come quelle relative ai redditi personali, sono migliorate, suggerendo la possibilità di una ripresa moderata della crescita nei prossimi mesi”, ha commentato Lynn Franco, funzionario del Conference Board.

Inoltre, la fiducia con cui oggi gli americani guardano all’economia è ai massimi dalla Grande Recessione. Il sottoindice che misura il sentiment sulle condizioni correnti è balzato a 123 da 118,8, ed è al record dalla fine del 2007.

Sui prossimi sei mesi, tuttavia, la fiducia si smorza, con il sottoindice relativo che è salito a 86,4 dagli 82 precedenti, ma ancora ben al di sotto dei massimi successivi alla ripresa post-recessione.