Usa, creati molti meno posti di lavoro del previsto

8 Marzo 2019, di Daniele Chicca

Gli Stati Uniti hanno creato appena 20 mila posti di lavoro il mese scorso, un dato decisamente deludente per l’economia americana e per i mercati finanziari mondiali. Wall Street puntava sulla creazione di 180.000 posti di lavoro, ovvero 160 mila in più. Si tratta di un calo drastico rispetto alle 311.000 posizioni nuove aperte a gennaio. Questi dati sono stati ritoccati al rialzo da 304.000.

I dati relativi alle assunzioni sono i peggiori da 17 mesi. Ma il tasso di disoccupazione è sceso ai minimi pluri decennali del 3,8% e i salari hanno registrato un’accelerazione. Per giustificare la delusione del numero principale c’è chi cita lo shutdown del governo Usa tra i fattori che potrebbero avere causato un po’ di difficoltà al mecrato del lavoro. Ma potrebbe anche voler dire che l’economia Usa, la prima al mondo, si è indebolita più del previsto.