Usa: a gennaio brusco calo delle vendite delle case con contratti in corso

27 Febbraio 2017, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – Brusco calo per il mercato immobiliare statunitense, che perde a gennaio il 2,8% per quanto riguarda le vendite delle case con contratti in corso, contro le stime degli analisti per un rialzo dell’1%. Si tratta del computo peggiore da maggio 2016 e del livello di unità abitative acquistato inferiore dell’anno.

Il mese precedente si era registrato un aumento dello 0,8% rivisto da +1,6%. Lawrence Yun, chief economist di NAR (Associazione degli operatori immobiliari) giustifica il calo citando la carenza di annunci, i prezzi ancora alti delle case e dei mutui che hanno manutenuto alla larga molti potenziali acquirenti in America.