Unicredit, JP Morgan vede aumento da 5 miliardi. E non solo

25 Maggio 2016, di Daniele Chicca

La prima sfida che dovrà affrontare il successore di Federico Ghizzoni alla guida di Unicredit sarà il nodo della capitalizzazione. JP Morgan ipotizza un aumento di capitale da 5 miliardi per la prima banca per numero di asset in Italia. Unicredit non ha tanto problemi di profitti quanto di reddittività. Il titolo è da sei mesi otto pressione sui mercati, che pretendono uno sforzo del management sul fronte del patrimonio.

Le soluzioni sono sostanzialmente due, secondo gli analisti di JP Morgan: un aumento di capitale e la cessione di alcuni asset, come Fineco, la polacca Bank Pekao e la banca turca Yapi Kredi. Il tutto per raggiungere il nuovo fabbisogno di capitale che viene stimato in circa 9 miliardi di euro. Secondo gli analisti alla ricapitalizzazione da 5 miliardi andrebbe aggiunta la cessione di una parte dei “gioielli di famiglia”. Obiettivo ambizioso, ma secondo gli stessi operatori di mercato potrebbe bastare anche uno sforzo un po’ più ridotto: con 5,4 miliardi, infatti, il coefficiente patrimoniale potrebbe salire vicino ai livelli delle rivali di Unicredit.