Ue infligge una multa da 570 milioni a Master Card

22 Gennaio 2019, di Alberto Battaglia

Una violazione delle regole Ue sulla concorrenza costerà 570 milioni di euro a Master Card.

L’accusa è quella di limitare “la possibilità per i commercianti di beneficiare di migliori condizioni offerte dalle banche di altre zone del mercato unico”.

La commissaria Ue alla Concorrenza, Margrethe Vestager ha dichiarato che è stato impedito “ai commercianti di guardarsi intorno per cercare migliori condizioni offerte da banche in altri Stati membri” in quanto “le regole di Mastercard aumentano artificialmente i costi delle carte di pagamento, danneggiando i consumatori e i commercianti”.

La collaborazione della società ha consentito al colosso delle carte di credito una riduzione della sanzione pari al 10%.

Nel dettaglio Mastercard avrebbe applicato obbligatoriamente le tariffe interbancarie sulle transazioni del Paese dove risiede il commerciante; impossibile consentire che venissero applicate le tariffe della banca dell’acquirente, anche quando queste erano più contenute.

 

Il titolo Master Card a Wall Street cede lo 0,97% a 200,05 dollari.