Turchia, Erdogan attacca banca centrale: lira e Bond a picco

17 Novembre 2017, di Daniele Chicca

Dopo che il presidente turco ha lanciato un attacco verbale alla banca centrale del paese, la lira e i Bond sovrani hanno iniziato a perdere terreno. Erdogan ha accusato l’istituto centrale, guidato da Murat Cetinkaya, di essere sulla “strada sbagliata”. Il riferimento è alle ripetute revisioni degli obiettivi economici e alla strategia adottata dalle autorità di politica monetaria per mettere un freno alla galoppante inflazione.

Sui mercati finanziari le critiche di Erdogan hanno fatto crescere l’ansia degli investitori: nel pomeriggio italiano la divisa turca è scivolata ai minimi record di 3,o9 lire per un dollaro, mentre i rendimenti dei Bond  hanno fatto un balzo sopra il 12,5%, soglia superata per la prima volta nella storia.