Stellantis resta tra le regine 2021 del Ftse Mib. Focus su jv con Foxconn, arriva Mobile Drive

24 Agosto 2021, di Redazione Wall Street Italia

 

 

Prosegue il recupero di Stellantis a Piazza Affari che la scorsa settimana aveva sofferto, in compagnia di tutto il comparto auto europeo, delle notizie relative ai fermi produttivi annunciati da alcune big del settore come la giapponese Toyota. Ieri l’ottava è invece iniziata con il segno positivo per la big dell’auto nata dalla fusione tra Fca e Psa, e anche oggi il titolo si muove sopra la soglia dei 17 euro (+0,3%) e cerca di avvicinarsi nuovamente al massimo storico a 18,73 euro toccato lo scorso 13 agosto. Da inizio anno l’azione ha messo a segno una crescita di quasi il 46%, tra le migliori del Ftse Mib in compagnia di A2a e Banco Bpm.

 

Mobile Drive, al via ufficialmente

Intanto nella notte italiana è arrivata la notizia che Stellantis e Hon Hai Precision Industry (Foxconn), unitamente alla sua controllata FIH Mobile (Fih), hanno raggiunto un accordo di joint venture. Mobile Drive, la società nata dalla joint venture, si concentrerà sulla fornitura di una soluzione intelligente di abitacoli per veicoli che rivoluzionerà le attuali convenzioni di progettazione e favorirà lo sviluppo di veicoli intelligenti connessi. La firma dell’accordo arriva dopo che un memorandum d’intesa (MOU) è stato inizialmente firmato lo scorso 18 maggio.

Nel dettaglio, Mobile Drive sarà di proprietà di Stellantis e FIH in misura paritetica. La partnership ha combinato le capacità di Foxconn nel campo ICT e smart solution, con l’esperienza di Stellantis nel settore automobilistico, garantendo la crescita di Mobile Drive. Mobile Drive si concentrerà sullo sviluppo di soluzioni di infotainment e telematica, nonché di una piattaforma di servizi cloud, che mirerà a fornire una soluzione completa di abitacolo intelligente. Inoltre, le innovazioni software includeranno anche applicazioni basate sull’intelligenza artificiale, la navigazione, l’assistenza vocale, le operazioni di store e-commerce e l’integrazione dei servizi di pagamento. Le innovazioni hardware saranno legate all’abitacolo intelligente e alla scatola telematica.

Attraverso lo scambio di proprietà intellettuali da parte delle sue entità fondatrici e l’integrazione verticale delle rispettive catene di fornitura, Mobile Drive sarà in grado di creare servizi digitali automobilistici leader del settore per ottenere un’esperienza utente senza interruzioni dentro e fuori il veicolo. In futuro, la soluzione di abitacolo intelligente non solo sarà disponibile per tutti i veicoli Stellantis, ma anche per i produttori di veicoli di terze parti, espandendo la portata e l’impatto della joint venture Mobile Drive, che mira ad essere un leader globale nelle soluzioni di abitacoli intelligenti e veicoli connessi.

 

Il punto di vista grafico su Stellantis (a cura dell’ufficio studi di Borse.it)

Quadro grafico positivo per il titolo Stellantis che prosegue la scalata tenendosi ancora lontano dalla trend line rialzista di lungo periodo costruita sui minimi di marzo e settembre dello scorso anno. Dopo aver toccato il massimo storico a 18,73 euro lo scorso 13 agosto, sono scattate le prime prese di beneficio che hanno portato il titolo al di sotto del livello statico a 17,55 euro. In tale scenario, la rottura al ribasso del supporto a 16,58 euro potrebbe innescare una fase di correzione di breve, perlopiù fisiologica, con target 15,86 e 15 euro. Quest’ultimo è un livello di supporto chiave per il titolo che se infranto darebbe un primo segnale negativo importante. Al rialzo, invece, si dovrà attendere almeno un recupero di 17,55 euro per poi tentare un nuovo assalto ai precedenti massimi in area 18,73 euro e poi target a salire.