Spread rendimenti tra Usa ed Eurozona ai massimi da nascita euro

28 Febbraio 2018, di Daniele Chicca

La prospettiva di quattro strette monetarie quest’anno in Usa ha un impatto negativo anche sul mercato obbligazionario americano. Dopo l’audizione di Jerome Powell al Congresso Usa, durante la quale il presidente della Fed ha espresso ottimismo su salari ed economia, il prezzo dei Treasuries Usa è sceso e il rendimento è salito perché gli investitori chiedono un maggiore premio per il loro investimento ora che il costo del denaro sta per tornare a crescere.

Ciò ha fatto si che il gap tra i bond dell’area euro e degli Stati Uniti si allargasse ai massimi da quando è nata la moneta unica nel 1999. L’euro è poi entrato ufficialmente in circolazione dal primo gennaio del 2002. Lo spread dei rendimenti a due anni tra Eurozona e Usa si è ampliato a 280 punti base, ai massimi dal 1999, ma sul valutario si ferma la corsa del dollaro.