S&P: boom per i debiti delle aziende Usa. Sale il rischio default

23 Maggio 2016, di Alberto Battaglia

I debiti delle aziende Usa stanno crescendo a un ritmo assai superiore a quello del flusso di cassa: lo indica un nuovo report della S&P riassumendo l’entità del fenomeno.

“Il debito totale è cresciuto di circa 850 miliardi di dollari l’anno scorso, a 6.600 miliardi, sovrastando la crescita del cash di 17 miliardi (pari all’1%)”, scrivono gli analisti dell’agenzia di rating Andrew Chang e David Tesher. “Se si rimuovono i 25 principali detentori di cash, l’equazione rivela un quadro ancora più preoccupante: il debito totale è cresciuto di 730 miliardi mentre il flusso di cassa è sceso di 40”.
Se da un lato è vero che per onorare i debiti le aziende possono ricorrere anche ad altri canali, come il rifinanziamento, dall’altro, “dati i livelli record di emissioni obbligazionarie con rating speculativo negli ultimi anni, crediamo che i tassi di default delle aziende potrebbero crescere nei prossimi anni, soprattutto se si considerano le diminuite prospettive di crescita in Cina, i prezzi deboli delle materie prime e dell’energia”.