Schultz non cambierà la rotta tedesca in tema di austerità

14 Aprile 2017, di Alberto Battaglia

Nessuna illusione sul fatto che una vittoria dei socialdemocratici in Germania possa cambiare la linea tedesca in merito alla necessità di rigore nei conti pubblici in Europa: Martin Schultz, il candidato dell’Spd lo ha dichiarato in una conferenza stampa, non ammorbidirà la posizione del Paese sul tema dell’austerità.
Lo Schultz candidato alla guida del Paese, dunque, è radicalmente diverso da quello che, da presidente del Parlamento europeo si opponeva all’asterità e propugnava un atteggiamento più permissivo nei confronti dei Paesi mediterranei. Come ricordato dal Ft, Schultz nel 2012 diceva, in piena crisi del debito greco che c’era “una situazione bizzarra in Europa“, con 26 dei 27 paesi favorevoli a offrire maggiori aiuti ad Atene, e uno solo contrario: e alludeva alla Germania di Angela Merkel. In politica interna, tale approccio è visto come altamente impopolare.