Scatto di Mps in Borsa, aiutata da indiscrezioni su possibili fusioni

22 Gennaio 2016, di Daniele Chicca

Dopo il balzo di oltre il 40% messo a segno ieri – sulle ricoperture e sulle voci di interesse da parte di un player straniero del settore bancario – il titolo della banca senese viaggia in rialzo anche oggi. I guadagni del 12,34% permettono a Mps di recuperare una parte delle perdite subite fino a qui da inizio 2016 e che hanno portato le azioni a perdere oltre il 35% in gennaio.

La travagliata banca, che si teme rimanga esclusa dal risiko delle popolari e che sia sia indebolita troppo dopo gli ultimi rafforzamenti del patrimonio, ha anticipato il Cda sui conti al 28 gennaio. In un’intervista al Sole 24 Ore il presidente Massimo Tononi ha sottolineato che l’istituto senese non ha bisogno di un aumento di capitale e, sul tema del consolidamento, ha confermato che la banca sta lavorando per un’aggregazione.