Scatto dell’euro dopo le parole di Draghi e Yellen

28 Giugno 2017, di Daniele Chicca

L’euro accelera stamattina sui mercati valutari, portandosi a 1,1374 dollari, un livello che equivale ai massimi dal marzo del 2016. I fattori all’origine della corsa sono due: da un lato aiutano le dichiarazioni di Mario Draghi. Ieri il presidente della Bce ha parlato di una crescita dell’Eurozona superiore al trend e di un’inflazione che tornerà a salire. Segno che la politica di accomodamento monetario straordinario arriverà presto anche se gradualmente al capolinea.

Dall’altro lato un impatto lo hanno anche le parole “non dette” di Janet Yellen. Dalla presidente della Fed Forum di Sintra il mercato si aspettava un atteggiamento più da falco, invece l’approccio è sembrato più da colomba rispetto alla futura dinamica dei tassi di interesse guida.