Scandalo Volkswagen, casa tedesca declassata da Fitch

9 Novembre 2015, di Daniele Chicca

Un’altra agenzia di rating non si fida più delle capacità creditizie di Volkswagen dopo lo scandalo dei motori diesel truccati. La casa Usa Fitch ha infatti declassato la casa di automobili tedesca, facendola uscire dalla categoria A sull’affidabilità creditizia.

Il giudizio è stato ridotto a BBB+ dal precedente A. L’agenzia ha mantenuto un outlook negativo, preludio di possibili ulteriori peggioramenti in futuro. Il declassamento, si legge in una nota, riflette “la crisi” messa in rilievo dal problema degli 11 milioni di veicoli diesel coinvolti nello scandalo emissioni e è anche il riflesso delle aspettative dei costi derivanti dalla vicenda.

“La recente ammissione di Volkswagen di altri 800 mila veicoli che sottistimavano le emissioni di anidride carbonica (CO2) – si legge – rafforza il parere in merito all’inefficacia delle procedure di controllo interne”.

La casa tedesca, la prima d’Europa, ha annunciato la necessità, in seguito allo scandalo sui motori truccati per poter passare i test sull’inquinamento, di realizzare modifiche tecniche nei motori di 540mila auto diesel in Germania.