Russia taglia i tassi di interesse al 9% ma meno del previsto. Rublo sale

16 Giugno 2017, di Daniele Chicca

In controtendenza rispetto alle altre banche centrali mondiali, che stanno tentando di riportare gradualmente le politiche monetarie alla normalità, la Russia ha abbassato il costo del denaro di 25 punti base. La banca centrale del paese ha tagliato i tassi di interesse al 9% e detto di prevedere altri alleggerimenti monetari in futuro.

In seguito alla decisione il rublo però si rafforza sul dollaro Usa, perché gli analisti si aspettavano un taglio più ampio, di 50 punti base. Il Pil della Russia è visto in calo dell’1,3-1,8% nel 2017.