Rbs paga contenziosi legali, perdita di 469 milioni di sterline

28 Ottobre 2016, di Daniele Chicca

La banca britannica RBS ha chiuso il terzo trimestre con una perdita netta di 469 milioni di sterline, pagando i costi dei contenziosi legali e dei piani di ristrutturazione. Il rosso della Royal Bank of Scotland (RBS) è stato di due volte più alto di quello previsto dagli analisti. Meglio ha fatto l’utile operativo, attestatosi a 255 milioni di sterline dopo la perdita di 695 milioni del trimestre precedente.

Tra rendimenti zero e Brexit, non è un buon periodo per il settore bancario inglese. Rbs ha fatto sapere che non riuscirà a cedere nei tempi previsti la divisione di prestiti Williams & Glyn, un’operazione che era stata richiesta dalla Commissione Europea per ragioni antitrust. Il braccio creditizio doveva essere venduto entro la fine del 2017, ma la banca ha fatto capire che le sarà impossibile rispettare quella data.