Rbc Capital Markets: e se Apple acquistasse Disney?

13 Aprile 2017, di Alberto Battaglia

Speculazione affascinante quella di Rbc Capital Markets, che ritiene possibile, almeno in teoria, un’acquisizione della Disney da parte di Apple, un affare che andrebbe a costare alla Mela qualcosa come 237 miliardi di dollari (assumendo un prezzo a premio del 40% per azione). Possibile? Finanziariamente sì visto che Apple ha circa 230 miliardi di dollari parcheggiati fuori dagli Usa, nell’attesa di rimpatriarli; Rbc ritiene che dopo le tasse 200 miliardi potrebbero essere attinti da questo “conto estero” mentre il restanti 37 sarebbero investiti a debito. Avrebbe senso? Secondo Rbc la compagnia che verrebbe fuori sarebbe in grado di cambiare il futuro dell’hardware, dei servizi e dell’industria dei contenuti. Dal punto di vista di Apple, ciò diversificherebbe le fonti di entrata, in un mercato degli smartphone in fase calante (il 60% del fatturato proviene ancora dal solo iPhone). Creerebbe un attore di primo piano nel mondo dello streaming al pari di Netflix: Cupertino ha la capacità tecnica e Disney una vasta libreria di contenuti. Infine l’ipotetico deal migliorerebbe gli utili per azione di Apple del 18%, scrive Rbc.