Quell’errore dell’iPhone che potrebbe costare caro a Apple

10 Febbraio 2016, di Alberto Battaglia

Una riparazione non del tasto ‘home’ dell’iPhone, se operata da soggetti non autorizzati, rende inutilizzabile il device: questo è quanto accade con il sistema iOS9, che ha introdotto “l’errore 53”, quello che a detta di molti è un trucco di Apple per costringere la clientela a rivolgersi al loro costoso servizio di assistenza. La questione sta già muovendo la raccolta di adesioni per una class action volta a risarcire quanti si siano ritrovati con la perdita di tutti i dati presenti sui propri dispositivi.
Apple si è difesa sostenendo che l’errore 53 è stato pensato come una tutela contro lo sfruttamento del sensore basato sull’impronta digitale: “prendiamo la sicurezza del cliente molto sul serio”.
Tuttavia  la clientela lamenta la natura irreversibile e drastica di tale “reset”, che, di fatto, rende irrecuperabile tutto il contenuto dell’iPhone, per stessa ammissione della Apple.