Powell “falco” spaventa mercati, pioggia di vendite a Wall Street

28 Febbraio 2018, di Mariangela Tessa

Pioggia di vendite a Wall Street che, dopo un avvio in cauto rialzo, hanno virato in negativo non appena le parole di Jerome Powell al Congresso Usa sono state interpretate come falco.

Alla sua prima testimonianza semestrale a Capitol Hill nei panni di governatore della Federal Reserve, il successore di Janet Yellen ha spiegato che il suo outlook per l’economia Usa è migliorato dallo scorso dicembre. Ciò ha riacceso i timori che la Fed alzi i tassi quattro volte e non tre nel corso del 2018.

Powell non ha fornito una stima sul numero delle strette che si aspetta per l’anno in corso rimandando al 21 marzo, quando si concluderà la prossima riunione della Fed e verranno diffuse le nuove previsioni economiche e sui tassi. Quella sarà per Powell il primo meeting al comando della Fed e la prima conferenza con la stampa.

Nel finale il Dow Jones segna una flessione dell’1,16%, arrestando la serie di tre rialzi consecutivi, avviata giovedì scorso. Sulla stessa linea, giornata negativa per lo S&P-500, che archivia la seduta a 2.744,28 punti (-1,3%), in calo dell’1,27%. Negativo il Nasdaq 100 (-1,27%).