Pop Vicenza: Bce, requisito patrimoniale Cet1 ridotto al 10,25%

16 Novembre 2015, di Alessandra Caparello

VICENZA (WSI) – Arriva la valutazione della Banca Centrale europea per la Popolare di Vicenza che pubblica il supplemento al prospetto obbligazionario in collocamento dal 5 febbraio.

Come si legge nel documento, la Bce, nell’ambito del processo di revisione e valutazione prudenziale (Srep), ha anticipato alla banca l’intenzione di fissare il requisito patrimoniale minimo in termini di Cet1 ratio su base consolidata al 10,25% (cosiddetta draft decision). Rispetto al 10,3% di Cet1 comunicato lo scorso 7 maggio e all’11% fissato in precedenza, i nuovi valori rappresentano un alleggerimento delle richieste, ma la valutazione resta provvisoria e non si esclude una rivisitazione dell’obiettivo di capitalizzazione.

Presentate alla Pop di Vicenza anche altre richieste da parte della Bce, ossia “la presentazione e implementazione, entro aprile 2016, di un piano di rafforzamento patrimoniale volto a ripristinare i requisiti minimi (capital plan); il rafforzamento dei sistemi di controllo interno; l’attuazione di strategie conservative, nonchè di uno specifico contingency plan, in materia di gestione della liquidità; il rafforzamento dei presidi organizzativi di cui al processo interno di determinazione dell’adeguatezza patrimoniale Icaap di gruppo – Internal capital adequacy assessment process”.