Germania alert, esportazioni in calo. Prima flessione dal 2012

23 Febbraio 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Confermati i numeri sull’economia della Germania. Nell’ultimo trimestre del 2015 il PIL tedesco è salito a un tasso +0,3% su base trimestrale, registrando una crescita +2,1% su base annua. Dal report si evince anche che la Germania ha assistito a un surplus record, pari a 19,4 miliardi di euro, nel corso del 2015.

Sono i dati confermati dall’Ufficio Statistico Federale, che rivela però anche che negli ultimi tre mesi del 2015 il paese ha assistito a un calo delle esportazioni, sulla scia dell’indebolimento dei fondamentali dell’economia globale. La flessione è stata -0,6%, peggiore del -0,3% atteso.

Il Financial Times fa notare che il calo delle esportazioni è il primo, per la Germania, in tre anni, precisamente dal 2012.

Le importazioni sono salite invece nel quarto trimestre del 2015 dello 0,5%. Carsten Brzeski, analista di ING, teme che i consumatori tedeschi – che hanno sostenuto l’economia del paese – potrebbero non riuscire a confermare la performance dello scorso anno.

“I dettagli sul Pil mostrano che la crescita del Pil della Germania del quarto trimestre è stata principalmente sostenuta (sia a livello pubblico che privato) dai consumi e dalle costruzioni. Bene, ma tutto cià è sostenibile?”