Piazza Affari peggiora. Mps -2%, Poste Italiane -3% dopo rumor Pioneer (Unicredit)

9 Settembre 2016, di Laura Naka Antonelli

Mercati europei sotto pressione sulla scia di Wall Street. Nuovi timori dopo le ultime dichiarazioni arrivate dalla Fed

L’indice Ftse Mib di Piazza Affari chiude in flessione dell’1,26% a 17.156,48 punti.

Questa la performance delle altre borse europee, su base settimanale.

Nella sessione odierna, il trend dei principali indici azionari europei è il seguente:

 

Tornando a Piazza Affari, vendute le banche ma ancora di più alcuni titoli industriali. Tra i bancari Mps osservata speciale -2,21% all’indomani delle dimissioni dell’amministratore delegato Fabrizio Viola. Giù Unicredit -1,52%, Ubi Banca ingessata, così come FinecoBank; Mediobanca -0,87%, Bper -1,99%, BPM -1,12%, BP -0,93%, Intesa SanPaolo -1,19%. Poste Italiane -3% circa, tra i peggiori dell’indice, dopo le indiscrezioni su un possibile interesse a rilevare una quota di Pioneer, divisione che Unicredit starebbe pensando di smobilizzare al 100%.