Petrolio: tagli alla produzione Opec prolungati, mercati delusi

25 Maggio 2017, di Daniele Chicca

Come ampiamente atteso dal mercato, tanto è vero che oggi le quotazioni del petrolio scendono nonostante la buona notizia, i paesi maggiori produttori della materia prima troveranno un accordo per il prolungamento di nove mesi del piano di riduzione dei livelli di produzione.

 

Secondo le ultime indiscrezioni stampa alla riunione dell’Opec in corso a Vienna, Iraq, Iran e Arabia Saudita si sono detti favorevoli alla misura. Il programma di tagli attuale, volto a ridurre i livelli di offerta in eccesso, scade a giugno. Il contratto Wti, che è tornato a scaldarsi negli ultimi giorni, scambia in calo ma comunque sempre sopra i 50 dollari al barile.