Petrolio perde il 3% circa dopo i dati sulle esportazioni dell’Opec

5 Luglio 2017, di Daniele Chicca

Si interrompe la striscia positiva più lunga da oltre cinque anni per il petrolio. I prezzi perdono due punti percentuali circa sui mercati oggi dopo che l’Opec ha comunicato un incremento delle esportazioni a giugno. I paesi del cartello dell’Opec hanno esportato 25,92 milioni di barili al giorno il mese scorso, in rialzo di 450 mila unità rispetto a maggio e di 1,9 milioni in confronto allo stesso periodo un anno fa.

Il contratto sul Brent inglese scambia a 48,24 dollari al barile al momento, per un calo del 2,76% rispetto alla chiusura di ieri. Il future analogo sul Wti americano cede il 3,35% a 45,54 dollari.