Petrolio: accelerazione rialzista dopo dati scorte Usa. Balzo fino a +2%

29 Giugno 2016, di Laura Naka Antonelli

Sul fronte delle materie prime, il petrolio segna un buon rialzo, con il contratto WTI scambiato a New York +2% a $48,80 e il Brent +1,79% a $49,45 al barile. Oro anche ben comprato, avanza +0,40%, a $1.323,20. A scatenare gli acquisti sul petrolio, che accelera al rialzo, è la diffusione dei dati relativi alle scorte settimanali Usa, diffuse dall’agenzia Usa EIA.

L’Agenzia Usa per l’informazione energetica ha riportato di fatto che le scorte crude Usa sono scese, nella settimana terminata lo scorso 24 giugno, di 4,1 milioni di barili. Nella tarda serata di ieri, l’API (American Petroleum Institute), aveva indicato una flessione delle scorte di 3,9 milioni, a fronte di una flessione -2,4 milioni di barili attesa dagli analisti di S&P Global Platts.

Le scorte Usa di benzina sono salite di 1,4 milioni di barili, mentre quelle di distillati sono scese -1,8 milioni di barili.