Per S&P rischio “moderato” per assicurazioni del settore danni e vita

23 Novembre 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – L’agenzia di rating internazionale Standard and Poor’s giudica come “moderato” il rischio per i settori danni e vita dell’assicurazione in Italia. La valutazione – si legge in una nota – riflette i rischi con cui le compagnie si confrontano e deriva anche dal “rischio Paese moderato” dell’Italia. S&P rileva in particolare che le compagnie vita “sono sensibili al rischio domestico perche’ detengono in Italia larga parte dei loro investimenti. Nel caso invece dell’assicurazione danni il giudizio di rischio “intermedio” risulta da un mix di considerazioni che vanno da una redditivita’ neutra, un rischio prodotto negativo, una valutazione positiva delle barriere all’accesso al mercato, prospettive neutre di crescita del mercato e una struttura istituzionale intermedia. Nel caso dei rami vita, la valutazione di rischio “intermedio” riflette giudizi analoghi con l’unica differenza che il rischio prodotto e’ considerato “neutro”.