Outlook tassi Fed scatena rally dollaro. Euro buca $1,05, azionario Asia giù

15 Dicembre 2016, di Laura Naka Antonelli

La decisione della Fed di alzare i tassi di 25 punti base ha avuto un effetto immediato sul trend del dollaro, che è stato sostenuto anche dalle proiezioni sull’andamento dei tassi nel corso del 2017, che sono state riviste al rialzo.

Sul mercato del forex la reazione è stata immediata, con il Dollar Index che è balzato al record dal gennaio del 2003, a quota 102,3. Il balzo della valuta ha pesato soprattutto sullo yen, scivolato vicino al minimo degli ultimi 11 mesi, con il rapporto USD/JPY in rally a JPY 117,51. Occhio al rapporto euro-dollaro: bucata al ribasso la soglia di $1,05, l’euro è scambiato al momento in flessione sul dollaro dello 0,46% a $1,0488.

L’indice Nikkei della borsa di Tokyo ha chiuso la seduta in lieve rialzo, +0,10% a 19.273,79 punti, eccezione positiva in un mercato azionario, quello asiatico, che ha accolto negativamente la prospettiva di ben tre manovre restrittive ulteriori nel 2017. Hong Kong -1,73%, Sidney -0,82%, Shanghai -0,71%, Seoul ingessata a -0,01% dopo che la Banca centrale coreana ha lasciato i tassi fermi all’1,25% per il sesto mese consecutivo.