MPS: titolo sospeso, balzo teorico +6%. Cda tenterà aumento capitale

12 Dicembre 2016, di Redazione Wall Street Italia

Forti acquisti sul titolo Mps, dopo il tonfo di venerdì scorso, provocato dal No della Bce alla richiesta di prorogare l’aumento di capitale.

Il titolo, scambiato sul Ftse Mib, viene sospeso per eccesso di rialzo, con rialzo teorico pari a +5,74%. Incide la decisione del cda di tentare comunque una soluzione di mercato: nel caso in cui tale opzione non riuscisse, ci sarebbe l’assist dello Stato, con una ricapitalizzazione preventiva.

Così riporta Milano Finanza, riferendosi alle ultime novità su MPS:

“Il piano allo studio prevede di sommare il miliardo già raccolto con la conversione dei bond istituzionali a 1-1,5 miliarsi da incassare aprendo una nuova conversione, che stavolta abbia maglie più larghe della precedente coinvolgendo anche il retail: 40 mila risparmiatori con bond subordinati per un totale di 2 miliardi. Per procedere all’operazione serve un aggiornamento dei termini dell’offerta ma soprattutto il via libera della Consobche deve autorizzare il mutamento del profilo di rischio poiché i bondholder diventerebbero azionisti. Un altro miliardo arriverebbe poi dal fondo sovrano del Qatar, che sarebbe ancora in partita, confortato dal nuovo governo con pieni poteri. Il resto della ricapitalizzazione arriverebbe con un’operazione di collocamento privato, curata da JP Morgan e Mediobanca che però non saranno garanti dell’aumento. Una quota potrebbe essere sottoscritta anche dal Tesoro che è già azionista del Monte”.