Mirabaud: dalla Fed altri due rialzi entro l’anno

8 Giugno 2017, di Alberto Battaglia

“A seguito degli ultimi dati sul mercato del lavoro statunitense, non cambiamo il nostro scenario base di altri due rialzi dei tassi per quest’anno, malgrado gli ultimi dati presentino segnali contrastanti circa la futura politica monetaria della Federal Reserve”, si esprime in questi termini il capo economista di Mirabaud AM, Gero Jung, secondo il quale “l’elemento chiave” per comprendere le future mosse della Fed, “è il costante progresso del mercato del lavoro”.

“Il tasso di disoccupazione a maggio ha toccato i minimi da 16 anni, fortemente al di sotto del livello che la Fed stima come “neutro”, attualmente proiettato al 4,7%. Ciò suggerisce che il mercato del lavoro continua a migliorare più rapidamente rispetto a quanto atteso dall’Istituto centrale americano. Inoltre, è probabile che si verifichi un ulteriore miglioramento del mercato del lavoro, con l’indice ISM servizi che indica un’occupazione saldamente in crescita, a circa 58, segnalando una forte volontà delle imprese di aumentare le assunzioni. Ciò rafforza quindi la nostra view secondo cui la crescita dei salari dovrebbe accelerare, suggerendo che le pressioni inflazionistiche stanno vivendo un trend al rialzo. Sebbene non ignoriamo altri dati, meno positivi – vendite delle auto più deboli e una minor attività nel settore edilizio – l’attività economica nel complesso va verso un miglioramento, anche se con uno slancio contenuto in termini di crescita, con un aumento del Pil per questo trimestre del 3%”.