Migranti: Trump irritato sbatte il telefono in faccia al premier australiano

2 Febbraio 2017, di Alessandra Caparello

WASHINGTON (WSI) – Il neo presidente Donald Trump, a colloquio telefonico con il premier australiano Malcolm Turnbull, avrebbe interrotto bruscamente la conversazione, sbattendo il telefono in faccia al suo interlocutore.

Il colloquio riguardava l’accordo siglato a novembre dal suo predecessore Barack Obama in merito all’accoglienza in Usa di 1600 rifugiati tenuti in Australia nei campi dell’isola di Manus e di Nauro. Trump avrebbe voluto stralciare l’accordo ma il premier australiano ha sostenuto di volerlo onorare.