Mercati emergenti sotto pressione, S&P porta a sette paesi con outlook negativo

18 Gennaio 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Da meta’ 2015 il  merito dei crediti sovrani dei Paesi emergenti si e’ notevolmente deteriorato. Risultato finale: le prospettive negative dei 20 maggiori mercati emergenti superano ora quelli positivi, scesi da sette a due (Indonesia e Pakistan).

E’ quanto emerge da uno studio dell’agenzia Standard and Poor’s intitolato “Emerging Markets Sovereign Rating Trend 2016”.

Al momento, spiega S&P, le prospettive negative riguardano sette paesi: Brasile, Libano, Polonia, Russia, Sud Africa, Turchia e Venezuela. La media non ponderata del merito di credito sovrano del gruppo EM (emerging markets) e’ attualmente al suo livello piu’ basso dalla meta’ del 2005.

“Le nostre prospettive per la meta’ di questi rating sovrani sono stabili, mentre il numero di prospettive negative e’ piu’ che raddoppiato negli ultimi sei mesi” si legge nel report.