Materie prime nuovamente in difficoltà allarme Cina

7 Dicembre 2017, di Daniele Chicca

Le materie prime tornano a cedere terreno sui mercati finanziari. Complice la paura di una frenata della domanda in Cina e un raffreddamento del mercato immobiliare, rame, gas naturale, argento e nickel sono tra le commodities più colpite dalle vendite nell’ultimo mese. L’indice Bloomberg Commodities ha perso il 4,2% nell’ultimo mese e ora le materie prime si apprestano a chiudere il sesto anno su sette in rosso.

Resta da capire se i cali sono un ripiegamento fisiologico dopo la corsa vista precedentemente o se invece sono l’allarme di un’economia mondiale in rallentamento. Le prospettive di una crescita più fiacca della Cina, la seconda potenza economica al mondo, non aiutano. Gli analisti interpellati da Bloomberg temono che le misure di stretta al credito e quelle anti inquinamento finiranno per abbattere gli investimenti nelle materie prime nel 2018.