Marchionne: auto elettrica arma a doppio taglio, guida autonoma dal 2018

2 Ottobre 2017, di Alberto Battaglia

Le auto elettriche, se la provenienza dell’elettricità arriva da combustibili fossili, non sono migliori di quelle tradizionali. Lo ha detto l’ad di Fca, Sergio Marchionne in occasione della consegna della laurea honoris da parte dell’Università di Trento, aggiungendo che per le auto con guida autonoma bisognerà aspettare soltanto un altro anno.

“Occorre prima risolvere il problema della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, sfruttando nel frattempo tutte le tecnologie disponibili,” ha detto Marchionne, “è certamente più utile concentrarsi sui miglioramenti dei motori tradizionali e lavorare alla diffusione di carburanti alternativi, soprattutto il metano, che per la sua origine e le sue qualità è oggi il più virtuoso e più pulito in termini di emissioni. Quando l’energia proviene da combustibili fossili le emissioni delle auto elettriche sono equivalenti”.

Fca finora non si è distinta nello sviluppo di auto elettriche e ibride, al contrario di altri concorrenti. Marchionne però ha confermato che il gruppo sta “lavorando su tutte le forme di auto elettrica”.