Manipolazione mercato, chiesti 3 anni per i vertici dell’agenzia di rating S&P

20 Gennaio 2017, di Daniele Chicca

La procura della piccola provincia di Trani ha chiesto due anni di condanna per manipolazione di mercato e una multa da 300 mila euro per Deven Sharma, all’epoca dei fatti presidente mondiale dell’agenzia di rating S&P, e una pena di tre anni di reclusione ciascuno e 500 mila euro di ammenda per Yann Le Pallec, responsabile per l’Europa dell’agenzia, e per gli analisti del debito sovrano Eileen Zhang, Franklin Crawford Gill e Moritz Kraemer.

Se verrà giudicata colpevole dai giudici, la società Standard & Poor’s dovrà sborsare una sanzione pecuniaria pari a 4,647 milioni di euro. Sono queste le richieste fatte dal Pm Michele Ruggiero nella sua requisitoria, in cui i responsabili dell’agenzia di rating vengono definiti colpevoli di aver fornito “report distorti per i mercati”.