M&A, American Apparel: no a Opa da 300 milioni di dollari

15 Gennaio 2016, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – American Apparel, catena di abbigliamento fondata a Los Angeles, ha respinto l’offerta di acquisizione  del valore di 300 milioni di dollari presentata da una cordata di investitori che comprende Hagan Capital Group e Silver Creek Capital Partners.

A spingere verso il secco rifiuto la notizia che a gestire l’operazione era sì la divisione private equity di PressPlay Global, ma insieme a questi investitori sarebbe ritornato il fondatore ed ex chief executive Dov Charney, cacciato nell’estate del 2014 dopo accuse di molestie sessuali e sostituito da Paula Schneider. In agosto il gruppo aveva comunicato di non avere abbastanza cassa per andare avanti più di 12 mesi.