Juncker propone di raddoppiare piano investmenti Ue a 630 miliardi euro

14 Settembre 2016, di Laura Naka Antonelli

“Investimenti significano posti di lavoro. Oggi, noi proponiamo di raddoppiare la durata del fondo e la durata della sua capacità finanziaria”. Così Juncker nel discorso che tiene ogni anno sullo Stato dell’Unione, rivolgendosi al parlamento europeo, a Strasburgo.

“Ci assicureremo che il nostro piano europeo per gli investimenti fornirà un totale di almeno 500 miliardi di euro di investimenti entro il 2020 e lavoreremo per assicurarci di raggiungere 630 miliardi di euro entro il 2022”.

Il piano originale di Juncker, lanciato nel 2015, aveva come target quello di stimolare l’economia europea con 315 miliardi di euro nel corso dei tre anni successivi.

Parlando ancora della crisi in Europa, Juncker ha detto:

“Nel settembre del 2015, dissi che lo Stato dell’Unione lasciava molto a desiderare. Dissi che non c’era abbastanza unione. Oggi dico la stessa cosa. L’Unione europea non ha ancora un’unione sufficiente. Alcune cose sono migliorate, altre no..ci sono troppe aree in cui non possiamo raggiungere i nostri risultati, perchè il raggio in cui operiamo è troppo ristretto”.

Juncker ha lanciato un monito, sottolineando che “l’Europa ha dimenticato il proprio passato”. Ma “signori e signore, i nostri figli meritano di più”.