JP Morgan aumenta filiali Usa, ma stima crescita più debole prestiti: titolo giù

26 Febbraio 2019, di Alberto Battaglia

Il titolo di una delle maggiori banche al mondo è in calo dell’1,7% a Wall Street, dopo che uno dei suoi manager ha avvertito che la crescita più debole delle attività creditizie. Lo ha avvertito la CFO di JP Morgan Marianne Lake. Il numero delle transazioni compiute tramite lo sportello è calato drasticamente dal 2014 a oggi, ma JP Morgan punta comunque ad aumentare la sua presenza di filiali fisiche distribuite sul territorio degli Stati Uniti.

L’obiettivo, stando a un documento aziendale, è quello di raggiungere il 93% della popolazione americana entro il 2022. Vale a dire 80 milioni di potenziali clienti in più, pari a un quarto della popolazione complessiva degli Stati Uniti. L’importanza strategica delle filiali per le banche, secondo JP Morgan, risiede nel fatto che i soggetti che stanno considerando di cambiare banca si rivolgono spesso a una sede fisica. La crescita nei depositi, inoltre, è composta in prevalenza da persone che utilizzano con frequenza le filiali.