Immobiliare, vendite case a Milano: ecco da dove arrivano gli acquirenti

26 Gennaio 2021, di Mariangela Tessa

Nella prima parte del 2020 il 92,0% delle persone che ha comprato casa a Milano ha cittadinanza italiana, mentre nell’8,0% dei casi si tratta di stranieri (comunitari ed extracomunitari).

È quanto emerge da un’analisi dell’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa, secondo cui la percentuale di compravendite da parte di stranieri è in calo negli ultimi anni: si passa dall’11,0% del 2018 all’8,9% del 2019, fino ad arrivare all’8,0% di quest’anno.

L’ulteriore ribasso in questo 2020 è attribuibile anche all’emergenza sanitaria che ha determinato, in particolare nel secondo trimestre dell’anno, una lieve contrazione degli acquisti da parte di persone in arrivo da altre nazioni.

Per quanto riguarda gli acquirenti italiani, chi compra a Milano nell’82,7% dei casi è già residente in città, il 5,2% arriva dalla provincia di Milano ed il 12,1% proviene da altre province e da altre regioni. Si tratta di percentuali molto simili a quelle registrate un anno fa, con un lieve aumento della percentuale di coloro che arrivano da altre province italiane, si passa infatti dal 10,9% all’attuale 12,1%.