I motivi dietro al crollo del settore bancario in Italia ed Europa

8 Febbraio 2016, di Daniele Chicca

Il crollo dei mercati è dovuto in gran parte alla situazione pericolante del settore bancario. Le paure sulle sofferenze bancarie in Italia unite ai risultati trimestrali deludenti di Credit Suisse e Deutsche Bank stanno innervosendo i mercati.  La possibilità di tassi ancora più negativi per alimentare una crescita debole e un’inflazione piatta non aiutano a sollevare il morale.

Questi sono tra i motivi per cui Commerzbank ha perso il 4,7%, Deutsche Bank il 3,4% e BNP Paribas il 3,3%. Sospesi per eccesso di ribasso una buona parte dei titoli del comparto bancario in Italia. Il mercato azionario europeo è ai livelli più bassi degli ultimi mesi mentre il Dax tedesco intanto è sceso ai minimi di 15 mesi.