Green Power torna in Enel: sì all’incorporazione

12 Gennaio 2016, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – Al via il processo di incorporazione della controllata Green Power in Enel dopo il voto favorevole al progetto di scissione parziale non proporzionale da parte dell’assemblea degli azionisti con il voto favorevole del 99,57% del capitale presente. Enel Green Power  dopo cinque anni torna così sotto l’ala protettiva di Enel e dice addio alla Borsa.

1,3 miliardi di euro di risorse in più sono quelle previste nel biennio 2018-2019 grazie alla fusione secondo quanto rilevato dall’amministratore delegato dell’Enel, Francesco Starace.

“L’utile dell’Enel ne risentirà positivamente, avremo un consolidamento maggiore, rispetto al 70% che abbiamo oggi, di una società che va bene (…) In relazione alla capacità finanziaria del gruppo Enel la completa integrazione con Green Power permetterà a quest’ultima di realizzare iniziative di crescita addizionali nel business delle rinnovabili difficilmente realizzabili in maniera autonoma. Si prevede che l’accelerazione degli investimenti venga a sostanziarsi in una maggiore allocazione di capitale su Egp dell’ordine di 1,3 miliardi di euro nel periodo 2018-2019 destinati a progetti di sviluppo nei paesi emergenti”.