Google sotto accusa, Ue: “Violate norme sulla concorrenza”

20 Aprile 2016, di Alessandra Caparello

BRUXELLES (WSI) – L’Ue mette in stato d’accusa Google colpevole di aver violato le norme sulla concorrenza.

E’ la commissaria Ue alla Concorrenza, Margrethe Vestager a puntare il dito contro il colosso americano, che costringe i produttori di telefoni cellulari che utilizzano Android a pre-installare le sue app come Google search.

“Un anno fa abbiamo annunciato l’apertura di un’indagine su Google e Android, oggi possiamo dire che le sue pratiche sono contrarie alla diritto europeo in termini di libera concorrenza (…) Google ha attuato una strategia sugli apparecchi mobili per conservare e rafforzare il suo dominio nel campo delle ricerca internet violando le regole Ue (…) sembra aver impedito ai motori di ricerca concorrenti di accedere al mercato attraverso i navigatori mobili e i sistemi concorrenti e ciò implica aver posto dei limiti all’innovazione nel più ampio settore di internet mobile”.

La Commissione ha così consegnato una “lettera formale di obiezioni” a Google che dovrà ora difendersi e nel caso in cui non si dovesse raggiungere un’intesa, rischia una sanzione pari al 10% del fatturato annuale.