Germania: record storico di immigrati, oltre 1,1 milioni nel 2015

6 Gennaio 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) –  La crisi siriana ha spinto in alto il numero di profughi che, nel 2015, hanno chiesto asilo politico in Germania. Secondo i numeri comunicati oggi dal ministro degli Interni tedesco, Thomas de Maiziere, che ha riportato i dati pubblicati dall’Ufficio federale per i migranti e i profughi (Bamf), nel 2015 la Germania avrebbe accolto poco meno di 1,1 milioni di profughi, di cui il 40% dalla Siria (428.468 persone), un dato quintuplicato rispetto al 2014. Nel 2015 il bilancio finale, secondo de Maiziere, sarà un record dall’inizio della serie storica nel 1950.

Thomas de Maiziere ha tuttavia spiegato che il numero è comunque ‘gonfiato’ da registrazioni doppie e uscite degli stessi profughi verso altri paesi, in particolare la Scandinavia. Dopo la Siria, gli arrivi più numerosi sono quelli dall’Afghanistan (154.046 persone pari al 14%) e dall’Iraq (11% pari a 121.662 persone) ma anche Albania, Kossovo, Iran, Pakistan, Eritrea, Serbia e Macedonia.

La Germania, ha ricordato de Maiziere, si era già confermata come uno dei paesi preferiti dall’immigrazione dall’estero nel 2014 con un numero di immigrati (da tutti i Paesi) in aumento del 19,4% a 1,46 milioni di persone. Dei paesi dell’Unione Europea, la Germania è tra quelli con il tasso di disoccupazione più basso (6,3% contro la media dell’Eurozona del 10,7%) e il mercato di lavoro più vivace.