Germania: inflazione delude attese, euro approfitta della pausa del dollaro

28 Settembre 2017, di Daniele Chicca

L’inflazione rimane inaspettatamente ferma in Germania, dove l’indice dei prezzi al consumo ha infatti deluso le attese in settembre, attestandosi all’1,8% su base congiunturale. Le previsioni erano per un incremento all’1,9% su base annuale e per un incremento dello 0,1% su base mensile. Invece rispetto al mese precedente il risultato dell’inflazione tedesca, che per essere misurato si basa sullo standard europeo HICP, è invariato.

Sui mercati dopo i dati macro pubblicati e in attesa del Pil Usa, l’euro consolida i guadagni accumulati in mattinata sul dollaro Usa, ma sono dovuti in gran parte alla debolezza del biglietto verde che nelle ultime sedute, in particolare da quando la presidente della Federal Reserve Janet Yellen aveva assunto un atteggiamento più aggressivo in politica monetaria, aveva corso tanto. Il cross quota 1,1774 dollari al momento, appena sotto i massimi intraday di $1,1784. Il biglietto verde si sta prendendo una pausa fisiologica dal rally delle ultime sedute.