Germania, indice Pmi ai minimi di otto mesi

5 Aprile 2016, di Daniele Chicca

A giudicare dagli ultimi dati macro la ripresa non sta prendendo slancio in area euro. L’attività del settore terziario rimane in fase di espansione nella prima economia d’Europa in marzo, mentre l’indice Pmi ha deluso le attese e fatto peggio del mese precedente. Attestandosi a quota 55,1 i servizi hanno deluso le aspettative che erano per un risultato di 55,5 punti, e hanno registrato un risultato inferiore ai 55,3 del mese precedente.

L’indice Pmi composito – miscela di manifatturiero e terziario – si è invece posizionato in area 54 in marzo contro i 54,1 punti previsti dal mercato e a fronte del 54,1 di febbraio. Il punteggio è il più basso in otto mesi di tempo. Non hanno saputo fare meglio Italia e Francia, dove l’attività dei servizi è cresciuta rispettivamente al livello più ridotto degli ultimi 12 mesi (51,2) e al limite dell’espansione (50 punti, che pur rappresentando un peggioramento rispetto alla stima flash di 51,1 punti rappresentano tuttavia i massimi di due mesi).