Future Usa contrastati, atteso avvio incerto per Wall Street

17 Novembre 2020, di Redazione Wall Street Italia

Per Wall Street si preannuncia un avvio di contrattazioni debole, dopo il rally della vigilia riacceso dalle notizie sul vaccino di Moderna. Una notizia che ha spinto il Dow Jones a toccare nuovi record e l’ha portato vicino alla soglia psicologica dei 30mila punti.

Nella preapertura il future sull’indice S&P 500 arretra dello 0,5%, quello sul Dow Jones dello 0,61% mentre il derivato sul Nasdaq avanza dello 0,25%.

Come sottolineano gli strategisti di Mps Capital Services “i dettagli sul vaccino, che sembrerebbe avere una gestione migliore rispetto a quello di Pfizer (conservabile in frigo fino a 30 giorni), saranno diffusi a fine novembre, mentre le prime dosi potrebbero essere distribuite già a dicembre”. E in particolare, aggiungono gli esperti, ieri l’ottimismo si è riflesso in un nuovo balzo degli indici e nuova rotazione verso i settori maggiormente legati al ciclo economico.

Tra i singoli titoli da monitorare nel pre-mercato i movimenti di Tesla che sale di circa il 12,4%. Un rally quello del titolo del big Usa delle auto elettriche in scia alla notizia che lo S&P Dow Jones Indices ha annunciato, nella giornata di ieri, che Tesla farà il suo ingresso ufficiale nell’indice S&P 500 a partire dal prossimo 21 dicembre.