Francia, Macron per la prima volta in testa: euro e Borse rimbalzano

3 Marzo 2017, di Daniele Chicca

A spingere in rialzo i listini azionari e l’euro sui mercati a metà strada di una seduta altalenante sono le paure rientrate di una vittoria choc di Marine Le Pen alle presidenziali in Francia. Dopo la probabile uscita di scena di Francois Fillon, indagato per lo scandalo dei presunti impieghi fittizi parlamentari di moglie e figli, gli ultimi sondaggi sulle elezioni in Francia di aprile-maggio danno per la prima volta il candidato centrista Emmanuel Macron in testa anche nel primo turno. Le Borse di Parigi, Milano, Amsterdam e Madrid hanno imboccato così la strada dei rialzi, mentre i bond francesi guadagnano terreno.

Le rilevazioni di Odexa danno l’ex ministro dell’Economia Macron in vantaggio con il 27% dei consensi, una lunghezza e mezzo davanti a Le Pen, leader del partito di destra anti europeista del Front National. Molto distaccati Fillon (19%), Hamon (14%) e Mélenchon (10%). Dopo che le autorità francesi hanno eseguito perquisizioni a casa Fillon e che più di 60 dei suoi hanno dichiarato di non poterlo più appoggiare, ci si aspetta che il candidato del centro destra rinunci alla corsa all’Eliseo.

Un altro ex premier, Alain Juppé, dovrebbe sostituirlo. Per presentare la sua candidatura, il secondo arrivato nelle primarie del Partito Repubblicano, ha tempo fino al 17 marzo, ma non ha molte speranze di recuperare il terreno perso da Fillon, che prima dello scoppio dello scandalo era dato per strafavorito per la vittoria finale. Sul valutario l’euro guadagna lo 0,5% circa sul dollaro a quota $1,0566. La striscia vincente più lunga da maggio 2016 per il Dollar Index è destinata a interrompersi oggi.