Francia: attentati Parigi, soffre il settore servizi

23 Novembre 2015, di Alessandra Caparello

PARIGI (WSI) – Nel mese di novembre è sceso a 51,3 punti dai 52,6 punti precedenti, sui minimi da tre mesi, l‘Indice PMI Composito della FranciaE’ il primo segnale concreto dell’impatto che gli attentati di Parigi hanno avuto sull’economia francese, in particolare sul settore servizi. 

Nello specifico, il dato preliminare dell’Indice PMI Manifatturiero è cresciuto a 50,8 punti dai 50,6 punti rilevati in ottobre. Viene così rilevata una progressiva espansione dell’attività manifatturiera, su livelli massimi da 19 mesi.  Male è andata la componente dei servizi. Jack Kennedy, economista senior presso Markit, ha commentato.

“La crescita dell’output del settore privato francese si è indebolita lievemente a novembre, con gli attacchi di Parigi che hanno colpito l’attività di alcuni fornitori di servizi. Tuttavia, il trend delle nuove aziende si è un po’ rafforzato, con la crescita che si è velocizzata al massimo in cinque mesi. Sebbene l’impatto di più lungo termine degli attentati rimanga incerto, i dati PMI suggeriscono che il Pil registrerà una espansione modesta nel quarto trimestre, a seguito della crescita dello 0,3% del terzo trimestre”.