Forex, tensioni Italia-UE e Fed schiacciano l’euro: bucata quota 1,15 dollari

8 Ottobre 2018, di Daniele Chicca

L’euro torna a scendere sotto quota 1,15 dollari: la moneta unica è messa sotto pressione soprattutto per via del “caso Italia”, con il braccio di ferro tra Roma e Bruxelles sulla manovra finanziaria e la lettera Ue sul Documento di Economia e Finanza predisposto dal Governo Conte. Anche il progressivo apprezzamento del dollaro sulla prospettiva di un’accelerazione dei tassi Usa non aiuta.

La moneta unica scivola ancora e passa di mano a $1,1498 (dagli 1,1524 di venerdì sera): nelle ultime due settimane il cambio euro dollaro è sceso del 2,369%. La moneta unica scende sotto quota 131 rispetto alla valuta giapponese trattando a 130,84 yen (da 131 di venerdì) e scende anche nei confronti del franco svizzero a 1,1401 franchi da 1,1437. Sale invece a 0,8795 sterline, il cambio tra euro e sterlina britannica.