Fondi immobiliari Uk in crisi, svendono edifici più importanti

13 Luglio 2016, di Alberto Battaglia

I fondi immobiliari britannici, messi sotto pressione dalle richieste di rimborsi da parte dei propri investitori in seguito al voto sulla Brexit, hanno iniziato a vendere proprietà di grande pregio al fine di recuperare la liquidità necessaria per far fronte alle richieste dei clienti. Lo scrive il Financial Times, citando i casi di Henderson Global Investors, Aberdeen Asset Management. Per il primo è stata disposta entro l’anno la vendita di 440 Strand, immobile valutato prima della Brexit 220 milioni di sterline e sede della banca Coutts; per il secondo il Ft parla di una serie di immobili commerciali come la sede di uffici di 10 Hammersmith Grove, quartier generale della 21st Century Fox britannica.
Gerry Ferguson, responsabile per l’immobiliare presso Aberdeen ha rassicurato che “saranno messe sul mercato un numero limitato di proprietà” e che si cercheranno “i più elevati prezzi realizzabili per i nostri investitori, come d’abitudine”.