Fitch, downgrade rating a record. E i debiti continuano a salire

18 Ottobre 2016, di Laura Naka Antonelli

Nei primi nove mesi del 2016, il numero di downgrade sui rating dei debiti sovrani si è attestato a livelli record. Ben 21 sono stati i paesi colpiti dal taglio del rating. E’ quanto emerge da un report di Fitch.

Il boom dei downgrade si spiega con la presenza di rischi macroeconomici, ma anche con i tentativi in diversi paesi di promuovere il protezionismo sui commerci e il successo dei movimenti populisti.

James McCormack, responsabole globale dei debiti sovrani presso Fitch Ratings, fa notare che, sebbene dopo la frase “whatever it takes” di Mario Draghi, numero uno della Bce, i rendimenti dei bond sovrani siano scesi, i livelli del debito continuano a salire.