Ferrari mette il turbo in Borsa dopo la nota positiva di Citigroup

23 Marzo 2017, di Daniele Chicca

In un giorno importante per il settore automobilistico, con le indiscrezioni circa nuovi indagini in Australia sulle emissioni inquinanti di FCA e il profit warning di Ford che influiscono negativamente sui corsi dei due gruppi americani in Borsa, è Ferrari, ma in senso positivo. Dopo il balzo di un punto percentuale circa di ieri, le azioni avanzano del 3,4% a 65,30 euro oggi a Piazza Affari, portandosi in vetta al listino delle blue chip, tra volumi sostenuti. Anche nella peggiore delle ipotesi il titolo è destinato a rafforzarsi, secondo Citigroup.

Gli analisti della banca hanno promosso il titolo della casa di Maranello a “Buy” da un rating di “Neutral, assegnando un prezzo obiettivo di 74 euro, molto più su della stima precedente (48 euro). Per l’istituto statunitense il titolo di Ferrari potrebbe anche, nell’ipotesi più favorevole, portarsi a 83 euro, mentre nello scenario peggiore si fermerebbe a 68,50 euro, un valore comunque superiore alle quotazioni attuali.